Le pagelle di GranatamenteDistinti #VenSal

RADUNOVIC 6.5: il portiere serbo al suo esordio non tradisce le aspettative: si dimostra attento e reattivo in tutte le occasioni. 
PUCINO 6.5: diligente in fase difensiva poco propositivo in fase offensiva. È pur vero che, sulla sua fascia, Rosina non gli dà mai possibilità di sovrapporsi per cercare il fondo.
TUIA 6: perde una palla in uscita che ha ricordato gli spettri del gol preso in casa con il Frosinone ma, nel complesso, disputa una buona partita con i suoi soliti ottimi anticipi e scivolate in chiusura.
BERNARDINI 5.5: dimostra di soffrire la mole di Zigoni che lo manda al bar con una semplice girata. Nel primo tempo su un pericoloso traversone al centro salta in ritardo lasciando l’attaccante veneziano libero di calciare in porta.
VITALE 6: come suo solito si propone molto in fase offensirva ma non riesce mai ad arrivare al cross dal fondo. In fase difensiva è sopraffatto dalle scorribande di Falzerano e Zampano.
MINALA 5.5: assente, spaesato e mai nel vivo del gioco. Ancora in ritardo di condizione fatica ad entrare nella manovra granata. Meglio da centrale nell’ultima parte del match.
DELLA ROCCA 6: da sicuro partente a titolare, il centrocampista schierato finalmente nella sua migliore posizione non demerita anche se è lento e macchinoso nel far ripartire l’azione.

ODJER 6: entra a partire ormai già indirizzata, poco e niente.
RICCI 6: bravo a tentare il tiro in due occasione trovando peró Audero preparatissimo. Sembra più regista che mezz’ala, di fatto non si inserisce mai in area di rigore.
ROSINA 5.5: sbaglia tutti i palloni che tocca, non attacca mai il fondo per tentare il cross e raramente prova l’uno contro uno. “Salva” la serata con un pregevole filtrante che manda in porta Sprocati.

GATTO 6: qualche stop buono e una pregevole azione in area di rigore che poteva avere miglior sorte.
SPROCATI 6.5: è l’unica fonte di gioco della Salernitana: tutte le azioni passano tra i suoi piedi perché è l’unico che riesce a puntare gli avversari per poi scaricare la palla, anche se spesso e volentieri, si perde sul più bello.
BOCALON 5.5: il centravanti granata è un po’ spento: sulle giocate di Sprocati si nasconde un po’ attendendo la palla sul palo più lontano che, di fatto, non arriva mai. È doveroso dire, però, che le palle giocabili per lui sono nulle.

ROSSI S.V.: un paio di minuti per lui.

BOLLINI 6: scelte giuste su formazione e cambi praticamente obbligati, per il resto il mister ha detto tutto in conferenza stampa. Serve qualcosa dal mercato per poter cambiare le carte in tavola. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...