Fuga dall’Arechi!

Sarà un campionato di ridimensionamento, con budget praticamente uguale a 0 e squadra senza superstar; ciò che invece non si è ridimensionato sono i prezzi e le modalità di una campagna abbonamenti che, sinceramente, si fa davvero tanta fatica a chiamarla cosi.

Quest’oggi (31 luglio) in consapevole ed imbarazzante ritardo, l’area “marketing” della Salernitana con un triste e povero comunicato ha lanciato la campagna abbonamenti per il campionato 2017/2018. Le modalità ed i relativi prezzi sono esposti a questo link http://www.ussalernitana1919.it/lancio-campagna-abbonamenti-20172018/

Dopo due campionati tutt’altro che esaltati che hanno visto il popolo granata fuggire dall’Arechi ed, alle porte di un ennesimo campionato insipido e senza mordente, la società ha deciso di proporre una campagna abbonamenti tutt’altro che vicina alle esigenze dei tifosi, trattati sempre più come ultima ruota del carro.

Partendo ddal dato dei prezzi, si riscontra che i prezzi proposti dalla società (i medesimi dell’anno passato) sono tra i più alti della categoria con nessuna previsione di biglietti ridotti per il settore più popolare della curva sud. Nessun (e questo è gravissimo) diritto di prelazione per i vecchi abbonati con relativo sconto. Così come nessun “cadeaux” per abbonati nuovi e vecchi abbonati, cosi come ripromesso più volte dal chiacchierone signor Lotito.

La Salernitana è inoltre l’unica società del campionato ad imporre non una, ma addirittura due giornate granata in cui tutti dovranno passare per il botteghino.

Non c’è traccia di alcuna offerta per studenti universitari, disoccupati, nuclei familiari e persone diversamente abili come accade invece in quasi tutte le altre piazze di serie B.

Nessuna traccia di accordi con l’area commerciale: a Venezia con la sottoscrizione dell’abbonamento si riceve in regalo la maglia casalinga ufficiale neroverde griffata Nike. Ad Avellino, invece con la sottoscrizione dell’abbonamento si potrà entrare gratuitamente al Partenio in occasione del match di coppa italia contro il Matera.

Nessuna rateizzazione degli abbonamenti, così come auspicato da tanti tifosi, per venire incontro alle persone meno facoltose ma che hanno ugualmente voglia di sostenere la causa granata.

E dulcis in fundo, come ciliegina sulla torta, abbonamenti senza tessera del tifoso aperti solamente dal 18 agosto, mettendo a disposizione solamente una scarsa settimana per sottoscrivere il voucher. Come ben sappiamo la regola sarebbe quella di essere in possesso della Tessera del tifoso o supporter card della Salernitana. Cosa questa non facile perchè richiede la necessità di recarsi in sede su appuntamento e smaltire delle procedure burocratiche. Tutto ciò è comprensibilmente difficile per chi lavora stabilmente o per qualche persona un po più avanti con l’età che ha difficoltà ad adeguarsi ai tempi moderni e preferisce semplicemente, così come si faceva prima, andare al botteghino, pagare e ricevere l’abbonamento.

Insomma la società anche quest’anno per la campagna abbonamenti propone il minimo indispensabile, senza slogan o calciatore simbolo. Eppure la Salernitana è stata l’ultima società ad ufficializzare la campagna abbonamenti arrivando fino al 31 luglio. Un ritardo ingiustificato: per questa minima organizzazione bastavano pochi giorni.

abbonamenti-17-18-stile-vecchio_4_Fotor

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...