I ❤️Rone: storia di un obbligo di diritto di riscatto.

“Il 13 maggio apparve Maria, a 3 pastorelli…” com’è che faceva? Questo 13 maggio tanto aspettato sta finalmente per arrivare, la quarta e ultima data che quelli come noi si erano segnati sul calendario 2016-2017 sta per giungere. 

Malpensanti? Criticoni? Preferisco definirci quelli privi di anello al naso. Ministri senza portafoglio della Salernitanità.

Le 3 precedenti segnature sul calendario non ci hanno granché sorriso. Ricordo, ormai un girone fa, l’indecorosa prestazione, il Busellato contro tutti, l’assenza di Coda, la goliardia(?) del “divin” Peluso , lo speaker di dubbio (dis)gusto dei corregionali, anche se il venerdì e il sabato sera potremmo quasi definirli concittadini. 

Avevo appena rinunciato alla mia seconda vigilia di Natale consecutiva, dopo il battesimo con Tello dell’anno precedente, nonostante viva fuori Salerno ormai e, si sa, in questi casi certe giornate valgono ancora di più. 

Adesso che la matematica purtroppo (o finalmente?) non ci permette più di sognare la serie A dalla parte destra della classifica, sono ancora più carico di prima. D’altronde, spunti d’interesse nella partita ce ne sono già a sufficienza anche senza più o meno astratti sogni di classifica, no?

 A mente libera, senza pressioni e l’assillo di un risultato da ottenere a tutti i costi, la Salernitana potrebbe ricercare con maggior tranquillità quella vittoria che permetterebbe di chiudere con un sorriso una stagione insipida in un torneo mediocrissimo, dove sarebbe bastato il minimo sindacale della volontà per ottenere davvero dei risultati concreti. Domani, o finisce 1, o vince la squadra di casa o vince la Salernitana. Non ci devono essere santi. Né Madonne. Che Maria non si ammorbidisca per 300 mila euro (l’ingaggio biennale di Laverone che risparmierebbe la Salernitana in caso di salvezza dei corregionali e automatico riscatto del giocatore, per chi non lo sapesse…) e per qualche Avemaria a mezzo stampa di “fedeli” compiacenti! 

Fortunatamente sia il sito ufficiale con apposito e preciso comunicato – http://www.ussalernitana1919.it/lorenzo-laverone-allavellino-in-prestito-con-obbligo-di-riscatto/ – sia la zelante stampa Salernitana hanno più volte precisato l’obbligo del riscatto a carico dell’Avellino in caso di salvezza.

E allora non si ammorbidisca nessuno, nè la rosea e solida società nè i calciatori. In settimana a Capaccio, qualcuno ha già messo le mani avanti cercando di scaricarsi eventuali responsabilità in caso di debacle. Ottimo tentativo questo di ottenere la riconferma per la prossima stagione.

Che nessuno si ammorbidisca perché all’ennesima farsa, i TIFOSI DELLA SALERNITANA E SOLO DELLA SALERNITANA, non vogliono assistere.

Il 13 maggio deve apparire Maria ai 3 pastorelli. La Salernitana, punto e basta.

A cura di Giuseppe De Rosa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...