Le pagelle di GranatamenteDistinti. #SalLat

Gomis 5: nell’unica volta in cui viene impegnata dall’abulico Latina compie una frittata bella e buona. Il passaggio di De Giorgio sul suo palo l’avrebbe preso anche una sedia piazzata in porta. 

Tuia 6,5: uno dei pochi a salvarsi nello scialbo primo tempo granata. Sicuro è deciso in fase difensiva, mette anche qualche interessante palla al centro. Sta attraversando un ottimo momento psico-fisico. 

Bittante 5,5: sembra un copia incolla di tutti i precedenti giudizi. Entra, si limita a svolgere il compitino, in una gara che si è messa fortunatamente sul binario giusto, ma quei pochi palloni che tocca li sbaglia tutti. Meritatamente in panchina.

Bernardini 5,5: parte molto insicuro, timido negli appoggi, incerto nelle chiusure. Nel secondo tempo sale di rendimento, ma nel complesso non è sufficiente. 

Schiavi 5: in compartecipazione con Gomis, si fa infilare dal 40enne De Giorgio, regalandogli l’ultima passerella di una incolore carriera. Stava meglio in panchina. 

Vitale 6: discreta prestazione del laterale mancino, tiene imbrigliato un cliente ostico come Insigne e regala qualche discesa delle sue. Non è al top, ma da il suo contributo. 

Ronaldo 5: un voto in più per il secondo tempo, dove sale di livello complice la migliore disposizione tattica della squadra. Nel primo tempo è imbarazzante invece, regala i soliti palloni ai non irresistibili dirimpettai, con un Mariga dal passo tartarughesco. Nel finale con una sciocca finezza innesca un pericoloso contropiede. Inadeguato. 

Della Rocca 5,5: anche lui guadagna il bonus per un secondo tempo migliore. È un interno da centrocampo a 4. Da mezzala fa notevole fatica a trovare tempi e posizione. 

Odjer 6: solita partita ordinata per il mediano ghanese, uno dei pochi a salvarsi dal naufragio del primo tempo. Sostituito nel secondo tempo, quando forse andava tolto Ronaldo, fa piovere su Bollini una pioggia di fischi. Per fortuna il risultato farà dimenticare tutto, come sempre nel calcio.  

Donnarumma 6,5: positivo il suo impatto al match, soprattutto per l’economia fatica della squadra. Appare deciso e motivato, recupera molto palloni, peccato per la splendida palle di Rosina che manda d’un soffio fuori.

Sprocati 6: ha il merito di siglare il gol decisivo. Per il resto, partita insufficiente. Fumoso, salta spesso l’uomo ma si intestardisce in tiri velleitari dalla distanza. Può far meglio. 

Rosina 6: regala due lampi in 5 minuti, prima il gol del pareggio, complice un fortunoso rimpallo, poi una bella palla al centro che Donnarumma non riesce a spingere dentro. Per il resto, vaga per il campo senza mai trovare una posizione definita. Contro il Latina per fortuna sono bastati questi 5 minuti.

Zito: s.v.

Coda 6,5: sarà anche a secco da molte partite, ma il suo ce lo mette sempre. Funge da centravanti e regista offensivo, tutte le palle passano dai suoi piedi. Nel primo tempo sfiora un eurogol, nella ripresa colpisce una sfortunata traversa. È lui il lusso della Salernitana.  

Bollini 5,5: oggettivamente, data la pochezza tecnica e temperamentale di un avversario già retrocesso e prossimo al fallimento, ci si aspettava di più. Il risultato gli da ragione, ma regalare quasi 55 minuti agli avversari schierandosi con un palesemente inadeguato centrocampo a 3 senza avere Minala a disposizione è un lusso che ci si può concedere solo con avversari di questa pochezza. Continua a leggere la gara in maniera quanto meno discutibile, sostituendo due tra i migliori in campo (Tuia e Odjer). 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...