L’attesa di Giovanni Perna. #SalCar

Leggenda vuole che con i soldi (tanti) incassati al botteghino Cecchi Gori finanziò l’acquisto della meteora Kančel’skis per la sua Fiorentina.E cercando sul web i dati per questa nota mi avvedo,con stupore, che dall’uscita de “il Ciclone” nelle sale sono passati venti anni.

E io da venti anni aspetto che la Salernitana giochi col Carpi.

Perché ci sono battute che ti restano dentro, e non vedi l’ora di riciclarle.

E io me lo ricordo bene, il timido Pieraccioni/Levante che in quella cucina toscana lasciava ghiacciare il tè guardando quella donna che gli stava cambiando la vita, e che non parlava bene l’italiano, e che ancor meno sapeva di geografia, se confondeva Carpi con Capri.

Mi rendo conto che le attese hanno un suo perché, e che le battute vengono fuori quando serve.

E allora vieni, Carpi, vieni.

Devo passare da te prima di andare a Capri.

Nel senso che nel cuore mio ad un soffio dal Natale, ad un sospiro dallo spaghetto con le vongole, ci sarebbe il sogno di un tifoso monomaniaco quale il sottoscritto: un derby vissuto da protagonista.

Un’isola meravigliosa in mezzo a tante fetenzie e veleni che questo Calcio, che non so più riconoscere, mi regala.

Molto più bella di Capri, a pensarci.

Ma bisogna passare per Carpi. Un poco come facciamo noi, in questi giorni, passati a spuntare una lista che si arricchisce in continuazione, che non completeremo mai, e che porta scritto in cima: “Cose da fare prima di Natale”.

E prima di Natale, prima del Derby, ci sta Fabrizio Castori.

Beatificato in vita per il miracolo fatto proprio a Carpi. Secondo usi e costumi nostrani, avvezzi a dimenticare il cattivo calcio proposto a Salerno, e la lunga sequenza di esoneri successivi.

Un Sannino ante litteram, il povero Fabrizio. Che, non totalmente colpevole, ma neanche innocente, ha trascorso un anno travagliato a Salerno, ad allungare l’elenco di vittime del più grande trituraallenatori della storia granata.

Ma se al Carpi penserò il giusto, figuriamoci quanto posso pensare a Castori.

Con tutte le cose che ho da fare prima della Vigilia, col sogno di un ciclone che mi travolga l’esistenza.

Carpi, bella, però più bella Capri.

Salernitana-Carpi @stadio Arechi – 17 Dicembre 2016

A cura di Giovanni Perna.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...