A bocce ferme: la storia infinita 

La disgrazia vera sta nel fatto che le cose del campo scivolano sempre in secondo piano.In questo modo le stagioni scivolano via, e le cose non mutano. Per la gioia di chi non vuole che le cose cambino.

La cosa divertente sta nel leggere e sentire quelli che danno la colpa ai social, al web più in generale.

E pazienza per i più giovani, ma gli altri lo dovrebbero sapere che le cose sono andate sempre così.

C’è sempre stato chi magari non comanda niente nemmeno a casa sua, ed è pronto ad usare una dialettica improntata al “chiudete il cesso”.

Discutere sul gemellaggio, ad esempio, sembra essere vietato.

Come se lo si dovesse imporre manu militari, come se chi esprime qualche perplessità sia diventato padre adottivo di Zito. Come se Zito, o qualunque altro calciatore, rappresentassero il nodo della questione.

Come se i perplessi non fossero mai andati a Bari, e neanche al “San Nicola” ma allo stadio “Della Vittoria”, per esempio.

Non sfiora l’idea che la perplessità sia velata da un minimo di fastidio. E se le cose del campo non c’entrano, se Zito può essere massacrato, se il capitano Luca Fusco può essere insultato, lasciamo stare le cose del campo.

Fa niente se il gemellaggio col Perugia per cose di campo andò a farsi fottere.

Può aver dato fastidio l’ultima all’Arechi, con l’invasione trasversale di tutti i settori, con l’esultanza smodata mentre noi precipitavamo all’Inferno in una partita non proprio cristallina.

Può aver dato fastidio vedere i tifosi baresi che nei parcheggi antistanti l’Arechi si impadronivano della piazza pisciando all’aria aperta.

Ma fa niente, chiudiamo questo cesso.

Nello schifo generale, molti hanno notato l’assenza del lutto al braccio per ricordare Giancarlo Ansaloni.

Anche qua mi è venuto da sorridere nel vedere il povero Mister celebrato come se a Salerno fosse stato trattato sempre coi guanti gialli.

Me le ricordo bene le contestazioni l’anno dopo la promozione, per la mancanza di coraggio, per la ricerca costante del pareggino. Oh, tra i contestatori c’ero pure io.

E non di meno, Ansaloni fa parte della mia Storia, con lui se ne è andata una parte importante di questa Storia, e avrei voluto la si ricordasse, ma non sono stupito per la dimenticanza dell’attuale Proprietà. Trattasi di dimenticanza coerente, per loro la mia Storia è fatta di eventi non significativi se raffrontati al #Calciocheconta.

É come se io non avessi espresso il mio cordoglio per i morti di San Lorenzo solo perché Amatrice è piccola di fronte alla grandezza di Roma. 

Ma fa niente, mi faranno chiudere il cesso pure loro.

Lo fanno, pur con toni diversi, quelli che dalla TV se la prendono con i criticoni della Tribuna o quelli delle testate web vicine al management, che vorrebbero addirittura dettare i tempi delle polemiche.

Che invocano le critiche #costruttive.

Entrambi sembrano detenere lo scettro dell’Opinione.

Ma Fulvio si dovrebbe ricordare di quando andava a Telecolore col modellino del pulmino per infilarci dentro i calciatori che dovevano andare via, e dovemmo fermare Fabio Moro che uscì dal “Vestuti” per farsi giustizia sommaria.

Fabio Moro, 200 presenze in serie A.

Ma adesso dalla Tribuna criticare non si può.

Secondo gli allineati non è tempo.

Io non so bene cosa si intenda per #costruttiva ma ci provo:

la Salernitana sta da 16 mesi nei bassifondi della classifica, Angelo Mariano Fabiani lo avrebbero cacciato in qualsiasi posto del mondo e non si capisce perché a Salerno venga considerato inamovibile, Claudio Lotito o spiega (senza insultare l’intelligenza altrui) come intende risolvere il nodo della doppia proprietà o almeno eviti di nominare la paziente popolazione di Salerno.

Non so se è critica #costruttiva, ma credo che sia chiara.

E perdonate se i tempi non sono quelli che volete voi. É che questo cesso ha qualche problema a stare chiuso.

A cura di Giovanni Perna.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...